CRACO: LA CITTA' CHE HA STREGATO MEL GIBSON 

 

 

L'atmosfera sospesa ha fatto si che molti registi si innamorassero di Craco, entrata nel 2010 nel World Monuments Found, fondazione che raggruppa tutti i monumenti da salvaguardare nel mondo. Il paese a 40 km da Matera, fu completamente abbandonato nel 1963 a seguito di una frana disastrosa che ha trasformato le sue rovine in un set cinematografico a cielo aperto. Arrivare a Craco dà la stessa emozione che devono aver provato i registi che l'hanno scelta come palcoscenico naturale per le riprese. Sono, infatti, tantissimi i film girati tra queste mura diroccate. L'incantevole borgo circondato dai calanchi ha rievocato l’antica Palestina in opere come “Il Vangelo secondo Matteo” di Pier Paolo Pasolini. Colpisce subito la torre normanna, costruita intorno all'anno 1000, che ha resistito solidissima: alta 20 metri, con mura enormi, domina una valle piena di calanchi. Ha folgorato anche Mel Gibson, che ha ambientato qui la scena finale di The Passion (2004) con il suicidio di Giuda. E si può ritrovare Craco anche in Basilicata coast to coast (2010) di Rocco Papaleo.Francesco Rosi girò a Craco alcune scene del suo Cristo si è fermato a Eboli e l'immagine del paese finì sul manifesto del film. Più recentemente in “Agente 007 – Quantum of Solace” di Marc Forster.

VUOI VISITARE ANCHE TU LA CITTA' FANTASMA?

Vieni con Viàtius Tour!

CLICCA QUI E SCOPRI IL PROGRAMMA!!!

 







 

Il contenuto di questa pagina richiede una nuova versione di Adobe Flash Player.

Scarica Adobe Flash Player

 

 

Il contenuto di questa pagina richiede una nuova versione di Adobe Flash Player.

Scarica Adobe Flash Player1

 

facebook